Wednesday, August 16, 2017

Scordare e dimenticare

Il mondo gira ma tu resti li seduto,
nell'angolo del mio cuore assegnato solamente a te.
Non riesco più a distinguere la  terra o il paradiso
se i miei pensieri sono verso di te.
Ogni vibrazione del tuo cuore vorrei rinchiuderli
in un scrigno per l'eternità e sentire la soave melodia
rilasciato solo per me.
Tra le due parole usuale,
c'è il scordare e il dimenticare,
uno e crudele e l'altro e impossibile.
Il dimenticare si cancella dalla mente,
ma il scordare si toglia dal cuore.
Se un giorno mi cacci via dal tuo cuore e dalla tua vita,
io diventerò una vagabonda a cercare quello che non
avrò più tutto per me. No cederò allo scuotermi
e capricci del vento o alle lusinghe incessante del
cielo che mi reclama in volo.  Io che son
foglia aggrappata a te e che mi sostiene
nel bene e nel male sino all'ultimo mio respiro,
se debbo cadere, meglio cadere insieme a te,
se debbo invecchiare, meglio invecchiare in due,
e se morte arriva, meglio andarsene insieme mano nella mano.....

Thursday, August 10, 2017

La fine della scappatella

Ecco la fine di una bella scappatella.
Un piccolo racconto e dopo chiudo questo
capitolo.  Cercavamo un bel posto dove
poter godersi l'ultima serata a Roma, ma          
no in un posto nel centro, ma bensì in un
posto un po più tranquillo e con caratteriste
romane.  E cosi armati di fotocamera, di un
paio di running shoes, ci siamo messi a la
ricerca di questo posto anche se non sapevamo
dove trovarlo. Giro a destra, giro a sinistra,
avanti e avanti per vicoli, si ritornavo indietro
perché era buio o perché no piaceva gli
odori che si sentivano. Si cammina, si gira e rigira
per finalmente ritrovarsi in un posto con
molto gente ed ecco che si avvicina un cameriere
un po da clown un po da galante cavaliere ci
invita a mangiare al  suo restaurante, noi diciamo
di no, lui di si, noi do e lui di si, finalmente un po
tutte e quatre stanche ci siamo detto perché no qui.
il nostro cameriere "Antonio" apri una bottiglia di
un vino bianco ben freddo, di offri delle patatine e
delle sedie per aspettare che si liberasse un tavolo.
Aspettare 10 minuti per il tavole passo molto presto,
Antonio era un po un commediante a chi piaceva le
belle ragazze ma fu anche molto gentile con me e i
miei capelli bianchi. Gli dissi facci una sorpresa con
il cibo e lui molto contendo disse "Perché no".
e cosi ci servi qualcosa che nessuno aveva intorno a noi,
molto ma molto buono e passammo una bellissima
serata li a guardare gente che va e gente che viene,
un signore con chitarra serenava la gioventù femminile
ed ogni tanto mi faceva un occhiolino,  (sapeva chi
pagava il conto a la fine .... la signora con i capelli bianchi).
E va bene si e meritato una bella mangia e anche un
bacio.  NB: Antonio non era Italiano ma bensì un immigrante.
Fini cosi la nostra ultima serata a Roma a l'entrata a
l'hotel prenotai un taxi per l'indomani e a la mia grande
sorpresa mi dissero che costava $60 Eu... chiese il perché
e mi dissero che la domenica si paga di piu dei altri giorni.
OK quando vai a Roma fai come i Romani...
Il nostro tassista poteva vincere corse di auto Formula 1,
per la sua corsa tra le strade di Roma e autostrada.
Correva e parlava a rompi collo e pure avevamo molto, ma molto tempo
e non c'era nessuna necessita per la sua corsa pazzesca.
A l'arrivo ci guardo in faccia e vedendoci bianche come le
lenzuole si accorse che aveva un po esagerato con la sua
corse e ci disse "OK damm 50 Eu e arivederici".
E stato l'unico e vero Romano al cui non abbiamo capito niente
dei suoi discorsi.....

Grazie della vostra lettura e gia sto organizando un'altra
scapatella lampo ma dove ancora non saprei!

Wednesday, August 2, 2017

Impressione cont'd...

Cosa posso dire sulle fontane, statue, monumenti,
non voglio essere cattiva e una brontolona, ma....
Questi monumenti una volta erano  ben mantenuti,
Le fontane era pulite e senza nessuno pezzo mancante.
Puo darsi che sono io che no vedevo più la bellezza
di una volta in questi.  Ma quando un monumento gli
manca un pezzo, già no ti fa più apprezzare quello che
vedi.  Monumenti sporchi dal fume, dalla polluzione,
pittura non più esistente, acqua che correva a gocce a gocce,
e le folle umane intorno a questi e una cosa pazzesca.
"La fontana di Trevi" la mia più grande disillusione,
io la ricordo da prima che fu restaurata e    credetemi caro
lettore questa di oggi quasi e stata di sfigurata.
Ci sono andata a vederla  la mattina a le 08:00, dopo ritornata
intorno a le 15:00 ed in fine intorno a le 23:00, ma mai
potuto avvicinarmi perché 3 vigili erano li e guai a chi
metteva una mano sull'intorno della fontana.
Avrei preso quel fischietto e gli avrei fischiato nelle
orecchie per un bel po di tempo, per fargli capire che
c'è un limite per fischiare a la gente.  Ma come tutte
turiste abbiamo buttano le 3 monetine nella fontana,
chi sa se un giorno ritorniamo e la restaurano come nei
anni passata quando era il gioiellino delle fontane.
Il vaticano e sempre lo stesso, niente cambia,
solo le guardie papale hanno cambiato i lori costumi,
e ce ne sono molto di meno.
Il castello San Angelo prima volta che lo visto e non
e tanto male a guardare e visitare.
Il traffico come tutte le cita del mondo, se non sei
svelto a traversare, dio solo sa dove ti ritrovi.
Le linee pedonale, va beh nessuno sa perché sono li
queste.  Se ti vedano mettere un piode avanti, mica
qualcuno si ferma o rallenta....
Allora costretti a traversare di corsa e sperare che
arrivi salvo a l'altro lato della strada, dove ti
aspettano 1001 venditori ambulanti che anche se dici
"No thank you" ... questi dicano "Ma sti cavoli di gente
non sanno dire altro che Thank u".

OK tutto qui per oggi, Domani sarò più positiva della
mia esperienza.