Tuesday, December 27, 2011

No escludermi


Non escludermi dalla tua mente
se ancora mi prendo la libertà di 
ritornarci quando meno te l'aspetti. 
Perdonami se il ricordo del mio respiro
sfiora di nuovo il tuo viso
mentre scrivi con quella penna
regalata in un momento scherzoso.
Scusami se il tuo fiato ancora si trattiene
al solo sguardo di quel maglione blu 
come il cielo che all’aperto ci faceva da coperta
e tu sapevi che mi piaceva mordere...
Non voglio intromettermi nei tuoi pensieri 
mentre stai amando un'altra donna,
mi dispiace ma non posso farci niente.
Se puoi, perdonarmi tutto questo
e per quello che di me resterà nella tua vita,
perdonami , perchè io ancora non lo posso fare....

NB: Grazie a la tribu di Nonno Davide
per il suo costante sostegno con la lingua
italiana.

il big bang

Siamo qui ad aspettare qualcosa,
il mondo grande che sia
non riesce a farsi una ragione
del suo tempo su questa pianeta.
E cosi sgranano le lancette del
tempo finché no si arriva al
grande "Bang" di questo anno.

Monday, December 19, 2011

Quando saro ...

Quando sarò una donna
con tanti anni sulle spalle...
porterò un capello di paglia
per coprire i miei capelli argentati,
grandi lenti nere per nascondere
senili occhi cerchiati,
un bastone per appoggiarmi
e non perché sia all'ultima moda...
Per un mio capriccio uscirò in punta di piedi
nel bel mezzo di una notte estiva e scura,
e andrò a cavalcare con il mio fedele amico.
Un prato stellato sotto una splendida luna
diverrà il nostro palcoscenico
e saremo liberi come il vento.
Solo un pensiero ci unirà :
ritrovare la stessa libertà
di un tempo andato.
La pace sta in questa libertà
e l'amico che mi aspetta a mezzanotte
ha occhi pazienti solo per me.
Il tempo ben gestito è nostro amico
e tu non mi guardi più per i miei vent'anni
ma per la persona che oggi sono.

Thursday, December 15, 2011

Ballo della vita

Ascoltami piccola, un giorno verrà che di apprensione ne vedrai nel tuo respiro e il vento ripeterà le tue parole amare. Il silenzio ricoprirà l'anima e un soffio pesante gelido di dolore racconterà il tuo passaggio nel tempo.
No cercare di alzare i tuoi occhi di gitana al sole, che dal suo cielo, ti darà l'impressione di sorriderti. Ridai la brezza al tempo, lui saprà come comportarsi anche se involontariamente ha sfiorata la tua esistenza,tra la notte e la nebbia ti farà stringere l'illusione di grandissime speranze, ma di pietà non ne avrà sui tuoi
pianti da lui. I ricordi conservati gelosamente sono li per te ma non riscalderanno il tuo letto. Rivesti la tua anima di luce e lasci che l'essenza del tempo ritorna, ascolti il silenzio ostinato che tace nel tuo sangue e offri la tua ultima lacrima al cielo e balli, balli senza fermarti al suono dei lamenti di quel violino che accompagna i tuoi movimenti sfrenati, quei capelli che a volte sbattano il tuo viso e altre volte creano un velo di fili pieno di fuochi.... si zingarella balli, balli e cosi sarai l'invidio di quelle zitelle che no conoscono il fuoco che bollo nel loro corpi... balli, balli, balli con i tuoi piedi di gazzella e no fermarti mai, perché se ti fermi la vita ti lascera .......

NB: Author of  photo  not known to me.

Wednesday, December 14, 2011

Silenzio....

Per quando tempo 
riesci a guardare questa 
fiamma ..... e fare il
vuoto nella tua anima?

Sunday, December 11, 2011

No arrenderti....

Ascoltami piccola, 
un giorno verrà che di apprensione
ne vedrai nel tuo respiro e il vento ripeterà
le tue parole amare.
Il silenzio ricoprirà l'anima e un soffio
pesante gelido di dolore racconterà
il tuo passaggio nel tempo.
No cercare di alzare i tuoi occhi di gitana
al sole, che dal suo cielo, ti darà l'impressione di sorriderti.
Ridai la brezza al tempo, lui saprà come comportarsi
anche se involontariamente ha sfiorata la tua esistenza,
tra la notte e la nebbia ti farà stringere l'illusione di
grandissime speranze, ma di pietà non ne avrà sui tuoi
pianti da lui.  I ricordi conservati gelosamente
sono li per te ma non riscalderanno il tuo letto.
Rivesti la tua anima di luce e lasci che l'essenza
del tempo ritorna, ascolti il silenzio ostinato
che tace nelle tuo sangue e offri la tua ultima lacrima al cielo,
balli, balli senza fermarti al suono dei lamenti di quel
violino che accompagna i tuoi movimenti sfrenati, quei
capelli che a volte sbattano il tuo viso e altre volte creano
un velo di fili infuocati.... si zingarella balli, balli e cosi
sarai l'invidio di quelle zitelle che no conoscono il fuoco
che bollo nei loro corpi... balli, balli, balli con i tuoi piedi
di gazzella e no fermarti mai, perché se ti fermi
la vita ti lascera .......

NB: Author of photo unknown to me.

Wednesday, December 7, 2011

Devo sei?

Come si fa ad entrare in contatto con una persona
che non si vuole fare raggiungere....
Rispondi al tuo telefonino, no aver paura che
noi ti stiamo vicine anche se c'e una distanza
enorme.  Le tue sorelle vogliono,
no esigano delle tue notizie.
Tu sei la fonte della tua famiglia come questo sole 
che ha conosciuto e vissuto ieri, oggi 
e di certo anche domani.

Le tue amiche  

Aggiornamento = Dec.9,2011

Le tue amiche ti pensano sempre malgrade     
le distanze che ci sono tra noi.  
Felice di sentire che anche se non stai 
al 100% almeno sei tra gente che ti 
vogliono bene.
Auguri di pronte guarigione amica.                

Thursday, December 1, 2011

Punti gialli ....

Un milione di punti gialli
si distinguano all'orizzonte,
si impicciano e si specchiano
in un cielo scuro e ritornano
luccicanti a galleggiare sulla
calmezza del mare.
Barchette scolorite e frante
si dondolano tra le onde con
movimenti silenziosi ai capricci
del vento, distributore di carezze
e malinconie a lontane gente che
si muovano con allungate ombre
in quel lontano borgo, io sto zitta
e immobile, rilascio il mio pensiero
e prego il mondo di comprendermi e
illuminarmi in decisione che si
presentano a me anche se non
sempre sono a l'altezza
di giudicare il giudizio del mio cuore
solitario.....

NB: Author of photo unknown to me.

Tuesday, November 29, 2011

Vecchio ritratto



Una svanita fotografia,  simbolo d'odio
che lascia travedere che non e la mia
mano che tu stringi tra le tue.

No mi serve più spiare, sapere o
cercarti su quale maschera ti nascondi,
i miei occhi no ti cercano più tra le
stelle che tu preghi o un'alba che
si affaccia a la tua finestra, io so che
di giorno sono lontana dai tuoi pensieri.

Sono uscita dalla mia prigione, no
sopportavo più la mia vita senza scopo,
asfissiate dei tuoi odori e pensieri che
svaniscano al primo colpo di gelosia.

No vedo più l'arcobaleno che si
mirava nei tuoi occhi alla mia vista
leggere e pazzerella correndo verso
le tue brace.

La schiuma del mare,il vento birichino,
il sole tramontare o l'alba che salute
la luna tra le tue bracci svanisce cosi
come le marea ed io no posso fermarle...

NB: photo is a collage - half mine,half
unkown author.

Monday, November 28, 2011

Good night & sweet dreams

It arrives in the life of a human to get
a "blank".
You don't know who you are,
what is your purpose in this life,
did I enjoy or detested my life,
unfortunately this evening is one of
those that I have "a huge blank"
instead of a functioning brain.
Hope that you (reader) at least
will have a restful night filled with
sweet dreams and share them with
the world.
Quando in un cervello si crea un
vuoto, meglio chiudere tutto
ed andare a dormire, la notte porta
consigli e vi auguro bei sogni
per imbellire le vostre giornate.

Sunday, November 27, 2011

Good day...

Il buongiorno si vede dal mattino…
ma quando il mattino è scuro e triste,
che cosa potete vedere?
Adesso è già passata mezzanotte
e la mia giornata è trascorsa lentamente,
mi sentivo senza energia
né avevo voglia di fare qualcosa.
Il tempo è stato caldo
ma non ha ravvivato i miei pensieri
e resto senza gioia nell’anima.
Volevo fare tante cose…
ma non ho fatto proprio NIENTE!

Friday, November 25, 2011

Una stella, piccola piccola,
si è posata tra le nostre mani
fermando i nostri respiri per un attimo.
Con un invisibile inchiostro dorato
abbiamo scritto i nostri nomi
su quella minuscola stella
liberandola poi nel cielo a volteggiare
e svelare il ritrovato calore
nei nostri occhi blu e neri.
Ogni stella posava un filo d'argento
sulle tue dolci labbra, dopo l'ennesimo bacio.
Scorrevano le nostre mani cercando
calore e passione sui nostri corpi,
e che importa se non sono più giovani?
Anche l'ultimo raggio di sole è meno bruciante 
di quelli di un meriggio infuocato,
ma ci dona una luce più dolce,
diversamente calda, più tenera
come queste nostre mani.....

NB: Grazie Nonno Davide per il 
tuo aiuto.

Tuesday, November 22, 2011

il lamente

Sono in attesa al “Pronto Soccorso”, la persona amata è dentro, 
dietro a porte che non permettono a nessuno di vedere cosa succede…
Accanto, seduto su una panca, un vecchietto solo, parla ad alta voce.
La sua compagna di 65 anni è ormai agli ultimi attimi di vita:

“Mi sento furente in questo momento,
nessuno riesce a capirmi, né la mia famiglia,
né i miei figli, nessuno, ma proprio nessuno.
Che cosa ho fatto di male?
Non ho mai ucciso nessuno!
Mi sono preso cura dei miei vecchi, 
anche se, credetemi, a volte avrei voluto essere
sulla luna piuttosto che in questa mia casa.
Cosa ho fatto di male e a chi, perché il mondo
mi debba crollare sulle spalle?
Per quanto sto male neanche una lacrima
riesce a bagnare i miei occhi .
La gola si chiude, non riesco a respirare,
negli orecchi un fischio lancinante mi tormenta.
E ancora mi chiedo il perché
di questa ingiusta punizione, di questa vita
sempre vissuta nella paura!
La paura mi ha attanagliato giorno e notte,
ma il mio viso doveva sembrare sempre sereno
o magari doveva anche piangere quando serviva,
ma mai mostrare quel che sentivo davvero.
Vedo attorno tanta gente felice,
io invece posso contare sulla punta delle dita
le mie giornate davvero felici.
Ora, lugubri pensieri mi assalgono,
non posso sfuggirli, non so come uscirne…
Se potessi darei la mia vita senza pensarci due volte, 
per alleviare il dolore ai miei cari,
ma purtroppo quando questo arriva,
con loro e per loro lo devo affrontare.
Non posso dare ad altri le mie pene
e nessun tesoro le può comprare.
Si resta soli con le proprie angosce,
soli senza poter far nulla di fronte a situazioni
che mandano il cuore a pezzi.
Come faccio ad affrontare un’altra giornata?
Ho paura, una paura nera e costante.
Ma cosa avrò fatto di male!...”

NB: Davide hai la pazienza di un santo
con il mio Italiano, ma io so che faresti
questo anche se io mi trovasse in Italia
senza conoscenze aprofondite della tua
mia lingua Italiana.

Sunday, November 13, 2011

Mio amore per te....


Ogni mattina svegliandomi ho creduto
che quella stella che brillava fosse il tuo viso.
Ora chiedo al vento di portarti
il battito palpitante del mio cuore
e se assieme ti portasse anche uno solo
dei miei sospiri, allora sapresti
quanto è grande il mio amore per te.
Tu mi appartieni e anche il cielo
dovrà accettare di lasciarti qui
tra le mie braccia.
Lasciami condividere l’immensità
del tuo mare senza chiedermi mai
di smettere d’amarti, perché sabbia
che scivola dalla mie mani
diverrebbe il mio cuore
o come un’onda che cancella
il nostro testamento d’amore
lasciato su quella spiaggia…

Tuesday, November 8, 2011

Vorrei solo un pensiero....



Vorrei scrivere,
Vorrei cantare,
vorrei parlare,
vorrei essere abbracciato dal sole,
vorrei essere inzuppato di pioggia,
vorrei sentire l'odore del mare,
vorrei sentire l'odore dell'erba,
vorrei sentire l'odore del pane
vorrei assaporare un bicchiere di vino,
vorrei inebriarmi del profumo di un fiore....
ma qui sotto terra, in questa fossa
nel buio e nel silenzio eterno.
singhiozzo e piango i miei cari,
d’improvviso lasciati senza un abbraccio,
senza un ultimo addio.
Cerco e chiamo nel cielo ad una ad una le stelle
col nome dei miei compagni,
qui accanto me, in questo campo di papaveri
che nessuno più conosce.
Il mio silenzio fatto di lacrime e sangue
si fa sussurro e poi preghiera e grido,
solo quando nel mondo una altro “silenzio”
intona la tromba di un soldato,
e un brivido accompagna il ricordo.
Si abbassa lo sguardo sulla terra pietosa
mentre calda una lacrima scende
sul ballo dei papaveri al vento:
“Silenzio, silenzio, …ascolta quanto
io voglio dirti per l'ennesima volta ....”

NB:Grazie Davide per il tuo aiuto
a nome mio ed a nome di tutti
quelli che lascano la lora vita per
la salvezza della lora terra e famiglie.

Sunday, November 6, 2011

Sentimenti di un fiore....



Avevo un immenso ed unico amore per te,
nello stesso modo in cui il cielo d'inverno
versa bianchi fiocchi su quell’unica rosa
rimasta sola nel mio giardino
a resistere impavida all’intemperie.
Tu hai spezzato quell’amore,
reso ormai come brace sotto la cenere,
che non si può raccogliere
né accarezzare senza bruciarsi.
Quella rosa ha perso tutte le foglie
sotto il mio sguardo amaro,
restano solo le spine di una spirale,
che ancora protegge la mia rosa sfiorita.
O fiore dell'amore guardami ancora
e dimmi che ho fatto bene a lasciarti morire così,
non biasimarmi se ho dissipato
la tua radiosa e rara bellezza,
se nell’ appassire ho consumato
tutto l’inebriante tuo profumo.
Perdonami solo di non aver capito prima
che valevi quanto tutto l'oro del mondo
quando un cuore tanto amato ti ha posato
tra le mie mani.....

NB: Sono 2 giorni che la notte scende a -2
e guardando una rosa, dimenticata in giardino,
sembrava che mi suggerisse le parole che ho scritto.
Un sincere ringraziamente a Nonno Davide per
il suo immenso aiuto.

Sunday, October 30, 2011

Bellezza di una persona


La bellezza di una persona non si misure dalla sua taglia,
si vede con l'amore che brilla nei suoi occhi.
Il suo amore si riconosce dal suo passo gioviale che
l'accompagna ogni giorni. Di certo non sarà il suo abbigliamento
a renderla accogliente. Le sue preoccupazione per persone
sperse o di un vicino con salute scadente la rendano
piu amichevola e si mostrerà sempre attenda a piccoli dettagli.
No gli servirà un fiore tra le mane, ma un pranzo, un consiglio
una buona parola sempre pronte, dimostra il suo eterno amore.
Se ti capita di guardarla nei occhi cosa intravvedi?
Una persona che non lasceresti mai, ti darà tutto il
suo amore e ti tratterrà da re o regina facendoti vedere
tutto la sua bellezza entra di lei.

Monday, October 17, 2011

Dono dell'esistenza


L'esistenza e un dono,
come la musica ci da vita,
il mare esiste per me e per noi tutti,
sappi ascoltarlo e diventerai un'altra
persone no sempre per il migliore ma
almeno non sei inerzia.
Esistano fiori e arcobaleni pieni di colori,
la vita non e fatto solo di grigio.
Provi a raggiungere la cima dell'arcobaleno
guardi intorno e lasciati andare sulle sue
curve .... vedrai che a la fine anche tu
risplenderai. Lasciati baciare dal vento
insolente, no temere il sole che ti riscalda.
Il cielo si apre e ti dona stelline di neve
cosi tutti possono riposare per un po di tempo.
Fai che i tuoi piedi siano come quelli delle gazzelle
e vedrai che non sentirai il loro peso quando ne
fai abuso. Le tue brace e mane sono per abbracciare
quando ti senti giù, e se incontri una persona che
t'implora un abbraccio dagli con un sorriso, si quel
bel sorriso che tuo viso possiede.

Saturday, October 15, 2011

Tempo passa


Caldo, sento un calore invadermi.
Come mai, sarà perché c'è quel
giovanotto che mi osserva, o sarà
che non ho più i miei 20 anni e che
la mia menopause ha invaso mio corpo.
Questo stato non e solamente per le
persone femminili ma bensì anche per i
membri maschili, solo questi ultimi la
risentano differentemente.... E pure
signori uomini la vostra menaupasa e piu
danegiosa di quella femminila.

NB:Photo collage, half is mine
other half of author not known to me.

Friday, October 14, 2011

Starless night

Outstretching my hands to the heavens,
catching every single shinning stars,
your eyes I look into and know that
you are never that far.
You were my very own moon
on the darkest nights.
You were guiding me through
were the path finished,
showing me the right and wrong
path. On a starless night you left
me without making a sound.
When I see the dark, not a sound
reaches me, then I know it's no
use listening.
Now that I know, it's no use hearing
and waiting for you, I can just walk
away from all and slip down the drain
of sadness. If I don't hear the night,
let it listen to me and my cries.
NB: Author of photo not known to me.

La versione in Italiano con l'aiuto del nostro amico Davide.
Tendo le mani al cielo per catturare ogni stella splendente in cui riconosco i tuoi occhi e so che non sei poi tanto lontano.
Sei stato davvero la mia luna nelle notti più buie, mi hai guidato alla fine di questo sentiero indicandomi il percorso giusto e quello sbagliato.
In una notte senza stelle mi hai lasciata senza far rumore.  Quando vedo il buio e non sento alcun suono allora so che non serve stare in ascolto. Ora ho capito che e inutile tendere l'orecchio ed aspettarti, posso solo camminare fra gli altri scivolando nel baratro della tristezza. O notte, se nulla riesco a sentire, tu ascolta me, ascolta il mio pianto!

Wednesday, October 12, 2011

Protesta

E tardi, le mie ossa protestano di essere cosi esposte a delle ore lunghissime.  Non importa mi dice una voce interiore, continua a fare quello che a te importa di più.  Nella mia vita ci sono momenti che non attirano l'attenzione di nessuno e se e per questo neanche a me attirano.  Giorni di gioia sono pochi e quando credi di aver passato un attimo di felicita il mondo ti crolla addosso e no riesci a trovarne la ragione o il significato.  Saro incredula, sarò selvatica, sarò senza scrupoli a volte, e non cerco più il perché.  E pure in me da quando era bimba c'era una fiamma che bruciava a tutta forza, era piena di curiosità, d'inquisita incessante, voleva raggiungere la luna solo con il mio pensiero, combattere le più grande balene dei oceani, cavalcare da un paesino a l'altro o semplicemente sedermi e guardare la mia bis nonna che mi raccontava un po sua vita, i suoi sogni, le sue parole erano cosi semplice che oggi anche i bambini di piccola eta possono comprendere.  Ma io come sempre quelle parole no mi bastavano, cercavo sempre di più, voleva sentire le voce e provare con la mia ingenua credenza infantile sapere chi e come erano quelle voce.  Oggi facci tacere quelle voce e contro la mia volontà no le ascolto più.  Una voce ora mi dice, lasci questo pc e chiudi tutto prima che ti rendi ridicola al mondo.....

Strillante grido

http://www.youtube.com/watch?v=rpRAQiOoZQE&feature=relmfu

Un sguardo volto nel vuoto inizia a
risorgere su quel palido viso.
Povero mio corpo tenagliato d'incensati
dolori pronunciati a sbalzi e non
risolvibile dalle constante medicine.
"Ma cosa faccio qui, su questo letto tra
mure insonore che mi sorvegliano, rumori
strani, suoni senza sosta lampeggiano come
un orologio programmato di non fermarsi..."
Chiedo aiuto, chiedo una stretta della mia
mano gelida e senza vita, ma nel cuore della
notte non c'è nessuno che risponde al mio
strillante grido.   Un giorno sarò io di persona
a chiedere, un giorno quando ritroverò la mia
saluta e la mia vita normale, chiederò di
rinascere senza corpo e senza anima, cosi
non avrò bisogno di nessuno per risolvere
cio arriva a mio corpo troppo stanco per
reagire più come una volta nella mia lontana
gioventù piena di sogni, speranze e tante di
salute......

Sunday, October 9, 2011

Vento pazzerello

Vento pazzerello sbricioli tutto
sul tuo camino.
Dei tuoi scherzi solo tu te la ridi.
Alti e bassi secondo il tuo umore
i tuoi complici sole e luna trasformate
umanità e pianete.
Mane si strofinano, labbra scolorite,
cigli battere velocemente, animali
trovano rifugio nei primi posti alla
lor disposizione no sapendo come
fermarti.  Bussi a porte a te chiuse,
persiane stanche di sbattere
t'implorano di arrenderti per un un
momento d'accalmia.  Capriccioso al
massimo, dai treve, solo per acquistare
nuove idee da provare per quelli che
vogliano tenerti testa.
Vento o vento pazzerello ti affatichi
a distruggere tutto sul tuo camino nella
tua folle furia, no realizzi la tua forze
ma ti mostri come un coltello al due lame,
a volto sfrenato ed a volte molto dolce.
Chi sei e come mai cambi d'atteggiamento
cosi facilmente....

Inganno

A cosa serve sognare se questi non si averanno mai!
Un sogno e un inganno sulla vita.
Sogni dal tuo primo soffio di vita e no riesci a realizzarli.
Si cresce e si sogna,
si arriva ad una eta matura ed ancora si sogna.
Si raggiunge a la fine della vita
e no ricordi più i tuoi sogni. Un sogno e una idea
impiantata in te che luccica ai tuoi occhi, ma
subito ti rendi conto che tutto ciò che luccica non
e un sogno ma bensì solamente un'illusione che
ti ha ingannato durante tutta la tua vita.....

nb:Author of this photo is not known to me.

Friday, October 7, 2011

Fiore di luce.


Un fiore di luce brilla nell'immensità
celeste e stellare.
Il sole puntuale si presenta, ti bacia
e fugge nel deserte oramai prese posto
nel tuo cuore.
Luce d'estate bollente, va a rinfrescarsi
tra le onde dell'oceano sparsi mezzo a
continenti conosciuti o meno.
Luce multicolore giochi a nasconderella
tra montagne stanche, dando vita alle
creature montagnarde.
Luce spietate vai a schiantarti sui deserti
sabbiosi creando allucinazione a volte vere
a volte meno.
Luce tu sciogli le neve più profondamente
incrostate nelle pianure polare, dando occasionali
balli boreali per rompere la monotonia oscura
del posto....
Luce perché tu non mi guidi! sto sempre
aspettando un tuo segno per farmi uscire e
conoscere la strada che si presenta ora sul
mio camino tortuoso!!!

Wednesday, October 5, 2011

Solidarity of the evening angels...Solidarietà nella lotta al cancro.

(Solidarity against cancer)
I just wish I could speak fluently your
language, but unfortunately the little that I
knew I have forgotten it. But sickness and
cancer are two words that do not need
a translation in any tongue, it is the plague
that needs to be faught with all our means and
energy. Never despair, never give up, never
finish the fight you took either a long time ago
or recently, just keep on fighting and maybe
we will get rid of it one way or another for us
and future generation.
Like this image a light is always around the corner.....

++++++++++++++++++++++++++++++
Vorrei solo poter parlare fluentemente la tua lingua,
ma purtroppo quel poco che sapevo l'ho dimenticato.
Malattia e cancro sono però due parole
che non hanno bisogno di una traduzione,
sono la piaga che deve essere combattuta
con tutti i mezzi e con tutte le nostre forze.
Mai disperare, mai arrendersi, mai finire la lotta
anche se intrapresa da molto tempo o solo di recente.
Bisogna soltanto continuare a lottare
e forse riusciremo, in un modo o nell’altro, per noi
e per le generazioni future, a sbarazzarcene.
Come in questa immagine, c’è sempre una luce dietro l’angolo…

NB: Grazie a Davide per questa traduzione - 
io non me la sentivo!

Short message,ultime notizie,derniere nouvelles.

Just a quick "Thank you" to all who are inquiring about our health problems.
Grazie a tutti quelli che mostrano il loro sopporto in questi giorni poco piacevoli.
Merci a tous/toutes pour vos souhaits de retablissement.

Snowbird

Monday, September 26, 2011

Thank you,Merci,Grazie

Tu che prendi il tuo tempo per venire a
salutarmi, leggermi voglio dirti grazie.
You who take the time to come and visit
or read me I will say thanks.
Merci a ceux qui viennent me rendre visite
dans ce site.

Northern Star.

Wednesday, September 21, 2011

Ombre sinuose

Nei momenti più silenziosi della notte,
il mio silenzio si attacca a la tua dolce pelle
rubata e copiati ai petali vellutati dei fiori.
Come il vento incolore il mio desiderio
scivola sul tuo nudo corpo.
Sciame di luce, come una parole,
traccia il mio amore fin al tuo cuore.
Ombre sinuose distinguibile sul lenzuolo
imbiancato dalla luna ed il profumo della notte
rompe i miei pensieri e si perdano in te..

Sunday, September 18, 2011

Sono indignata


Quando una persona non sa come difendersi dalla
vita, sei come una persona priva di vita e di buon
senso...
A cosa serve nascere se ogni giorni e una battaglia
interiore o esteriori.  Oggi nessuno scappa a la natura
che aiutata da alcuni paesi e persone senza scrupoli
mettano a rischio tutto l'esistenza di una pianeta umanitaria....

Sunday, September 4, 2011

Cerchi...

Quando il morale e cosi giù che non ti senti
di aprire gli occhi in prima mattina, il mondo
oscuro e pieno di alti e bassi, non girarti dell'altro
lato ma vai esci dal tuo torpore e cerchi qualcosa
che rispecchia questa malinconia possessiva
installata nella tua anima e combatterla con tutte
le tue forze fisiche o psiche.
guardi nei tuoi intorni e vedi cosa ti raggiunge
con un sguardo, un pensiero, un ritratto,
una voce, un canto della nature che può solo
addolcire un po quello che risenti
dentro per continuare a vivere un giorno
a la volta e vedrai che il mondo ti sembrerà
più facile a condividere con la tua mente.
La malinconia, torpore, paure, fissazione,
il manco di confidenza sia in te stesso che nei
altri tutto ciò porta ad essere una consigliera
molto sbagliata. Guardi e ricordi il vecchio
battagliero con la sua spada voleva conquistare
il mondo, il scientista con una scaletta di
legna voleva baciare la luna, un bambino che
con un briciolo di sabbia voleva fermare il
mare di raggiungerlo sulla spiaggia, il pittore
con un dito sporco di fango riusci a creare un
prato per un cardilo curioso di sentire il calore
della terra sotto le sue alle. Lo vedi che dopo tutto
si può vedere del buono quando si cerca veramente......
nb:foto e un collage, una delle foto non e mia.

Friday, September 2, 2011

La camicia bianca munita di una maschera

Voglio urlare, nulla esce mi si ferma tutto in gola,
voglio sparare con gli occhi, ma questi si rifiutano ad aprirsi,
voglio sapere il perché, ma la camicia bianca non sa cosa dirmi.
Voglio dare un calcio a la porta, ma di colpa si apre ed il mio
calcio cade nel nulla.
voglio - ma non so cosa voglio....
Voglio che la vita non sia una schifezza di malattie
dove tutti proclamano di trovare rimedi miracolosi
ma che a la fine sappiamo tutti che non c'è altro che
combattere una battaglia perduta prima di iniziarla.
Mi chiedo a volte, cosa abbiamo fatto e perché ci hanno messo
su questa terra per quando si crede di essere arrivata ad
un'età di riposo, di un po di godimenti, arriva .....
e ci rompe le gambe, quei popoli che piangano a la
nascita di una creature hanno pienamente ragione e
la fine che sono felice di sapere che un caro se
ne andato e non soffrirà più.
Poco sono colori che non soffrano durante la lor vita,
e per cosa... boh
Bella vita la nostra, io non so cosa vorrei fare e pure so
che domani al calmo cercherò di trovare una scusa per andare
avanti. Si una povera scusa cosi per calmare la mia coscienza,
il mio stato d'animo e guardare intorno e cercare di sapere
o indovinare quante altre persone sono nel mio
stesso stato d'anima....
(Il tutto derivano di pensieri avuti dopo essere stata
informata che il corpo di una persona arrivata ad
un punto non e più a l'altezza di sopportare
molto... era in un ufficio medico e tutti siamo
rimasti silenziosi, aspettando i nostri verdetti,da
quella camicia bianca con la sua maschera di sconosciuto).

NB: Foto non e mia,Photo is not mine,author not known.

Sunday, August 28, 2011

Vivere oggi per oggi

Non aspettarti il meglio della vita,
vivi intensamente oggi
perché non sai come sarà domani.
Vivi minuto per minuto e non chiedere nulla,
tanto se preghi, se piangi,
se urli parole di ribellione,
nessuno ti ascolta.
Anch’ io, nei giorni scorsi,
avrei voluto ribellami alle circostanze della vita,
ma mi sono detta di vivere oggi per l’oggi
e se arriva il domani
lo vivrò con maggiore serenità,
perché so di esserci arrivata.
Come queste nuvole me ne andrò
per il lungo viaggio senza ritorno.
Non serve la tristezza,
non serve il clamore di gente che non ti conosce,
serve solo un "buongiorno"che sciolga la lingua,
ammutolita da un attimo di terrore…

  Debussy-Claire De Lune by merkuri50
NB: Grazie Davide per il tuo aiuto.

Thursday, August 25, 2011

Never stop

I run, dance, drink and
eat from the flowers of life.
My wings are my life
and care for them I do.
Do not ask me to stop
because I will die....

Sono vivo .... ma a cosa serva.

Mi sa che il mondo sia andando verso la
distruzione sistematica con una sola parola
"CANCRO - CANCER"
No ci si crede finché non ci tocca a tutti
personalmente. E pure quando soldi, quando
annunci di "Trovato rimedio per il Cancro".
Ci si batte peggio delle persone che sono sotto
un fronte militare, perché non sai mai come
finisce. Che schifosa malattia che non perdona
quasi a nessuno, e quei che riscapano vivano
sempre con il pensiero "Ma ritornerà.."
Dottori umani non riescano a parlarne con franchezza
con i pazienti, a cosa serve dare speranza quando
non c'è niente da fare, a cosa serve ingannare un
povero diavolo quando si sa che sarà massacrato
dalla medicine esperimentale sapendo che se gli
d'asse un po d'acqua il risultato sarebbe lo stesso.
Mi dispiace se questo temo e morbido, ma se uno
non trova maniere di sfogare meglio mettersi un
peso al collo e via .....

Tuesday, August 23, 2011

Io sono vivo


Io sono vivo e non mi considero un
pupazzo. Ho un cuore che batte
nel mio petto ma di sicuro non sono
un pupazzo. Sono di carni ed ossa
e non sono imbottito di lana come
un pupazzo. I miei occhi pieni di
vita ancora brillano a la mia onesta
sincerità. In alcune situazione debbo
comandare mio cuore a stare
zitto perché palpita un po troppo ed
ho paura che si spezza per le emozione
che gli faccio subire.
Il mondo esterno non mi fa paura,
comprendo le gioie e le tribolazione
della vita. Un fascio di sentimenti
nutriscano ancora la mia mente,
guardo ben stretta la mia dignità e
la rispetta al massimo. Vero che il
mio povero corpo se la ride quando
io mi lamento dei dolori che mi procura
al troppo sforzi, e si la mia agilità di
gioventù e sparito nel tempo. Il mio carattere
mi causa dei alti e bassi, ma qui non ci
posso nulla e chi riesce a cambiare il
mio carattere ancora non l'ho incontrata.
Io vivo, io amo la vita e faccio del tutto
per viverla come si deve e non da pupazzo,
sperando che questi anni che mi sono
concessi passano il più tranquillamente
possibile, ma io e te lettore sappiamo
che questo e una rarità tra gli uomini
moderni.....

Friday, August 19, 2011

Vita senza nessun scopo ...

La mia tristezza
non a fine, il mondo crolla continuamente
su le stesse persone o famiglie.
La rabbia prende posto dove ci dovrebbe
essere serenità e pace. Ma le nostre stelle
o destini dicano tutt'altro. Con tanta di
emozione che ci assalgano e per nostra
disperazione non si può fare un cavolo
di niente.
Ma perché uno deve vedere questo
mondo per poi prendersela con
l'uomo...
Chi ha fatto queste regole da pazzi,
tanta sofferenza, tanta malinconia,
tanta tanta di cosa!
A volte vorrei prendere un aereo
che non ha destinazione, ho uno
che mi portasse in pianete dove
nessun dolore, niente pianti,
niente preoccupazione sia per me o
per quelli che mi circondano...
So che questo non e possibile,
ma la mia rabbia e immensa in
questo istante e no sapeva come
o a chi confidarmi. Qui nessuno
mi risponderà, nessuno dirà dice
bene o dici male, sono solo io e
il mio pc ... ma anche questo se
tocco una chiava che non gli piace
mi suona indietro e dice: "eiiii
se non sai usarmi, chiudi il pc,
e ritorni quando il tuo cervello
e più calmo e sereno!".
Che vita di merda e la nostra se
ci pensiamo bene.........

Tuesday, August 16, 2011

Passione = vita

Passione per le stelle,
Passione per gli oceani,
Passione per la terra che nutrisce,
Passione per le bellezze che ci circondano,
un momento di passione facilmente condiviso
senza paura con nessun rimpianti.
La passione un elemento di gioia al svegliarsi con le
prime luce del mattino, cosi avrò ancora
una giornata di passione nella mia vita.
Un momento di passione tutti possiamo
averlo ma sapiamo e speriamo che
la passione si coltiva e si mantiene
ben stretta quando ci trova e ci da
il potere di amarsi per poter amare gli altri...
Una vita senza passione e una vita senza
vita...

Friday, August 12, 2011

Incontro


Tra raggi del sole oscurati da tanti piccole nuvole
bianche rimaste cosi ferme nel cielo azzurro,
cerco la mia mano senza identità e gli comanda
di non tremare, lancette del tempo esilia il pianto di eroi
sconosciuti. Tra questo un'ombra mi colpisce
"il tuo viso" quel viso a volte nero e a volte tenero
si e infilato tra i miei ricordi senza andarsene.
Il vento diventa ostile a la mia presenza li in quel luogo
cerca una nuova direzione tra il prato verde sotto i miei piedi.
Gira e rigira intorno al vecchio albero centenario
curvato sotto il peso di rami che ancora si aggrappano
al suo corpo rogato dal tempo malizioso e senza
affascino. Ma li in un punto oscuro un fiore
sconosciuto ha germoliato al mio fianco in un istante o
saranno passati giorni, ora mentre la luna si rispecchia
e prende un nuovo volto, io mi strofina gli occhi
senza distinguere il suo viso chiaramente.
Formiche si afferrano con un chicco di grano sperso
a portarlo via nel lor nascondiglio. Un grillo risponde
ad una cagala che la sua melodia si perde e non si
distingua tra il cielo e il mare. Una lucciola crea
una ballata tutta sua e anche un po per me che
la seguo con un cuore triste ma con un sorriso sulle
mie labbra. Dio del mare e della luna
viene a prendermi e smetti che io trema avanti a
le tue bellezze. Mi avvicinerò a la costa e
li mi aspetterà il mio delfino, che continua a
salutarmi quando io sono li sola e senza pensieri
ma ora sono solo un spettro bianco che il delfino
riconosce e no mi prende più per un riflesso della
luna a guardare il dio del mare. Mi allunga sulla
sabbia e li sogno a la mia vita sfuggita cosi come
una tromba d'acqua impossibile a fermare la sua
furia. Ora non ho paura di trema e chiudo gli occhi
e mi faccio trasportare in un mondo dove si
vede una luce e che ancora non riesco a raggiungere
per i troppo raggi del sole.......

NB: Questo mi e venuto in testa dopo aver visto
una giovane donna seduta in riva ad un lago dopo una
tempesta e gli ho chiesto perché era li cosi sola, poco
lontano un'altra tempesta si faceva più
minacciosa e disse:
"A cosa serve mia vita se la persona che ama se
ne andata per la grande tempesta che si e
scatenata su questa donna "Il cancro generale"....

Wednesday, August 3, 2011

Cu'mme omaggio a la canzona Napoletana


Scinne cu 'mme
nfonno o mare a truva'
chillo ca nun tenimmo acca'
vieni cu mme
e accumincia a capi'
comme e' inutile sta' a suffri'
guarda stu mare
ca ci infonne e paure
sta cercanne e ce mbara'
ah comme se fa'
a da' turmiento all'anema
ca vo' vula'
si tu nun scinne a ffonne
nun o puo' sape'
no comme se fa'
adda piglia' sultanto
o mare ca ce sta'
eppoi lassa' stu core
sulo in miezz a via
saglie cu 'mme
e accumincia a canta'
insieme e note che l'aria da'
senza guarda'
tu continua a vula'
mientre o viento
ce porta la'
addo ce stanno
e parole chiu' belle
che te pigliano pe mbara'
ah comme se fa'
a da' turmiento all'anema
ca vo' vula'
si tu nun scinne a ffonne
nun o puo' sape'
no comme se fa'
adda piglia' sultanto
o mare ca ce sta'
eppoi lassa' stu core
sulo in miezz a via
ah comme se fa'
a da' turmiento all'anema
ca vo' vula'
si tu nun scinne a ffonne
nun o puo' sape'
no comme se fa'
adda piglia' sultanto
o mare ca ce sta'
eppoi lassa' stu core
sulo in miezz a via

Wednesday, July 20, 2011

Una farfalla

Cerco anch’ io di vestirmi come una farfalla,
luminosa sotto i raggi del sole
nello splendore dell’aurora,
un po’ pazza all'alba dopo un ben meritato riposo.
I miei pensieri dolci come il miele
e fragili come le mie ali, mi ricoprono
nella mia folle corsa da un fiore a l'altro
o da una persona al'altra...
Ho sempre cercato di conservare la mia libertà
e di volare leggera con essa
prendendomi cura delle mie ali colorate.
Come un rapido colpo di vento
riesco a vivere nella tempesta dei giorni
che mi sono concessi.

NB:Nonno Davide no preoccuparti della temperatura,
tanto che faccia caldo,freddo,sole,pioggia,neve,
fulmini, non siamo mai contendi, ciao ciao e
mille grazie

Tuesday, July 19, 2011

No mi lamento

No mi lamenterò per il calore
orrendo (28 gradi)che dura da
3 giorni, e fortunatamente durerà
ancora 3 o 4 giorni....
Sto al fresco con la mia aria
fredda, e guardo fuori la
natura che se la ride di me.
Durante l'inverno io sto dentro
per il grande freddo polare (-30)
e il periodo estivo sto dentro
per il calore, anche se si fa
desiderare durante l'anno.
La mia astate consiste di 3
settimane di calore intenso
ed il resto del tempo, beh diciamo
che e passabile, ma mai dimenticare
di munirsi di guanti, capelli di lana
e stivali.
E viva il cambiamento delle stagione
che una volta erano 4 ora siamo a
2 1/2, intenso freddo ed intenso caldo
e l'altra meta e un mix delle vecchie
4 stagione!

Monday, July 11, 2011

Notte

Notte, o notte tu mi conosci bene più di quanto io conosca te...
Nelle tue ore, ti prendi cura di me come se io fossi la tua amante e lasci che le stelle coprano la mia coscienza. Forse del tempo tu sei il momento migliore:
il sole del giorno porta solo dolorose notizie un po’come “avere la morte ai piedi del letto” mente tu, o notte, porti consiglio e allontani foschi pensieri, concedendo a me, anima errante nella vita notturna, la quiete di un vuoto silenzio in cui forse non c’è niente di buono ma neppure niente di cattivo.
S’infiltrano a volte i ricordi a graffiarmi l’anima tentando di colmare quel vuoto infinito, ma solo queste sperdute parole sopravvivono al buio della notte e raccontato al giorno che viene la quotidiana fatica di vivere. Anche per voi sono queste parole, gioventù indifferente che non vuole ascoltare, per voi vecchi insani che ridete rinchiusi nel bozzolo dei vostri pensieri. Ognuno continua la sua strada portandosi appresso le proprie lacrime e quando insopportabili si fanno i giorni della vita ci si chiede se davvero vale la pena di viverla… Con questa pena e questa speranza ripeto allora che la vita è un dono, non prestito, e se così saprò accettarla, il giorno mi farà felice e della notte sarò un’altra volta l’amante….
NB: Prendo questi 2 righi per ringraziare come sempre il mio amico "Nonno Davide" per il suo aiuto letterario.

Friday, July 8, 2011

Goodbye or Ciao

Goodbye, such a small word.
It's meaning is a killer to your
soul and outside world,
it manages to break you apart
so easily that you do not feel it.
But then it turns into sad and strong
word you feel and cringe coming out
of the person you loved all
your life. Tears cascade even
stronger than a furious river,
your heart beats crazily without
listening to any reason from the
fallen world, emptying itself and
altogether just stop beating.
Never say goodbye, if you don't
have a reason worth the weight of
this word. Goodbye can cause
a very drastic tragedy in lives,
hoping it will never be my life.
Goodbye to you reader who have
taken time from your life to read
and hope to see you soon....
In a way I really like a word like
"Ciao" which you can give any
meanings you wish.
Ciao ciao until my next fantasy
comes to me to share with you.

Thursday, June 30, 2011

Speranza

E troppo buio per scorgere i primi raggi di sole
del solito giorno che ad un altro somiglia
e che nessuno forse accontenta.
Guardo il mio orologio, sono solo le tre di notte.
Le lancette sembrano ferme, immobili,
ma questo è impossibile!
Mi sembra di stare su questo cuscino
da un’ eternità , aspettando che il sonno
mi conceda riposo e un po’di pace, tanto attesa.
Ma questa notte sembra interminabile,
con la luna che pare un bianco pallone
sospeso nell’universo, senza vita e senza colore.
Come porre rimedio a questa notte insonne?
Vagano i pensieri nel labirinto delle mie illusioni
o forse sono solo sogni diventati incubi
e che mai più vedranno il giorno.
Così, l’anima mia vorrebbe ancora
riconquistare il perduto amore,
ma le nostre strade non hanno portato
alla stessa meta che tanto ho desiderato.
Esistono viottoli, vicoli, strade e viali,
super strade e autostrade a perdita d’occhio
ma ancora non ho trovato quella che mi porta
da te, mio dolce e lontano amante
smarrito in una notte come questa
quando l’ orologio indicava d’oggi, la stessa ora.
Adesso sono però stanca di continuare,
tenterò di chiudere il mio cuore di pietra,
asciugando le lacrime per non bagnarlo più.
E… improvviso un brivido mi percorre il corpo
e risveglia d’un tratto i sensi assopiti.
Sento i l profumo del mattino imminente,
e l'aria pura spazza via nere ragnatele
nascoste tra i miei pensieri ed io,
riprendo il mio lieve volo con meraviglia
davanti allo splendore del nuovo giorno
che ancora una volta annuncia speranza .......

NB: Come sempre un "Grazie" tutto particolare
a Nonno Davide.

Tuesday, June 28, 2011

Sdraiata

Sdraiata in un immenso prato smeraldo,
cerco di riconoscere ad una ad una
le costellazioni del mio cielo stellato.
Non permetterò a nessun intruso
di disturbare questa mia dolce quiete.
Con le braccia incrociate dietro la nuca,
un filo d'erba tra le labbra, le gambe distese,
ho passato qui il pomeriggio
all’ombra del mio ciliegio,
nel profumo inebriate dell’estate.
Trasportata da una brezza leggera,
una piuma mi aveva sfiorato il viso
andandosi a posare lieve sul petto.
Nel melodioso cinguettio degli uccelli
e nel frinire suadente delle cicale,
mentre il sole mi riscaldava l’anima,
ho socchiuso gli occhi, forse ho dormito,
e nel sogno tutta la mia vita è passata veloce
tanto da perdere la nozione del tempo.
Ora su questo sconfinato manto blu
brilla una pioggia di diamanti soltanto miei.
Sento che vivere così, questo tempo d’estate,
nell’amorevole abbraccio della natura,
fa rinascere alla gioiosa innocenza
della mia infanzia perduta.

NB: Nonno Davide ora godati le tue ferie
e grazie per questa versione molto gradita.

Monday, June 27, 2011

Luna e Sole Amanti

Teneri raggi solari osano accarezzare signora luna.
Con un sorriso da sogno la luna gli risponde
e diventano amanti eterni.
Noi umani con i nostri commenti tristi li pensiamo
sempre distanti l'un dall'altro. Ma questi se ne
infischiano di noi terzi incomodi e se la ridano
delle nostre spettegolezze sulla lor vita tra i astri
celesti. Tra il sole e la luna basta solo un sguardo
anche se furtivo per essere amanti eterni li
in quel mare del cielo. Ha se gli uomini fossero
fedeli e semplici il mondo non sarebbe condizionato
di cattiverie e pettegolezze......

Friday, June 24, 2011

Mi sento vuota

La mia anima piange...
ferite invisibili accumulate con gli anni
hanno invaso il mio corpo e mia anima
si strappa giorno per giorno, i miei
intorni sono vuoti e bui.
No riesco a vedere al di la, un puoi
d'occhi azzurri impediscano i miei sguardi
verso il tuo mondo.
Testarda come io sono sempre stata
e il tuo fiero profilo che voglio vedere
al mio stanco fianco.
Il mio povero cuore vacilla al ricordo
del tuo profilo ogni volte che il mio
sguardo vede l'azzurro dorato del mattino
messo in serbo come instancabili
pensieri e ricordi.
Un abisso denso si profila tra le mie
giornate senza la tua presenza ai miei
giorni e cosi prendo un immenso
respiro e continuo il mio cammino
verso l'abisso.
NB: Author of original photo not known
to me. 

Tuesday, June 21, 2011

La mente...

Se riesci ad entrare nelle profondità di un mare,
tutto e calmo, pieno di pace, isolata dal mondo
esterno. L'agitazione, i rumori, confusione sono
negli strati esterni creati dagli umani
Con recessi remoti del cuore, si crea una riserva
pacifica, lasciandoci prendere rifugio quando ne
risentiamo il bisogno. Assicurarsi la pace e gioia
realita che esse fa già parte della nostra stessa natura.
La pace reale si e ritrovata solo tra le profondità dello
spirito, una mente disciplinata e in una fede personale
basa di questa apparente molteplicità. Quando la
pace e fermamente ingranata in te e come se
conquistare e poter fare qualsiasi gioiello.

Monday, June 20, 2011

sogno ... vita

A volte un sogno è
tutto ciò che ci
viene concesso dalla Vita,
se sai coglierlo diventerai
e farai parte del tuo sogno.

Ricomincia

Se sei stanca e
la tua strada
ti sembra lunga,
se ti accorgi che
hai sbagliato strada
da quando non ricordi,
...Non lasciarti portare
via la tua vita dai giorni
e dai tempi. Ricomincia a credere
in te stessa e vedrai che il
mondo credera nelle tue capacita
d'umani. No farti condizionare
da popoli, societa, ambienti,
questi non producano nulla di
valore e tu ti sposterai da un
mondo a l'altro senza lasciare il
tuo marco su questa pianeta.

Wednesday, June 15, 2011

Dove sei?
ma dove sei andato a finire
perché non rispondi,
sto cercando ,sto pregando,
sto ... no so più cosa voglio
dalla tua anima.
Come ai tempi della nostra gioventù,
quando un sorriso ci faceva scoppiare
di risate, un sguardo ci isolava dal
resto del mondo. Un fiore di campagna mi
lanciavi al tuo passaggio segnale per
raggiungerti in riva al mare dietro
ad un scoglio tutto nostro, era il
nostro paradiso, refuggio particolare
dove nessuno osava disturbarci.
Haaaa quante bella scappate tardi
nel pomeriggio mentre la gente
assupirano, ma noi con la nostra gioventù
ci permettevamo cose che solo i più avventurieri
potevano immaginare. Una bottiglia
d'acqua, un panino, una frutta con la tua
fisarmonica creavamo il nostro ristorante di
lusso sotto una pergola naturale li che era
il nostro palco scena di gioventù.
Un cane curioso ci lascio sempre in pace,
il gatto errante no osava avvicinarsi
un gabbiano correva nel cielo e lanciava
gridi ad i suoi compagni per dirgli,
ragazzi qui c'è da far festa oggi con
tutto quello che lasciano. Noi senza
nessuno pensiero ci addormentavo e
la vita cosa scorreva lentamente e
senza problemi. Una nuvola scura
piena d'elettricità divento minacciosa
e ci fece un scherzo no molto gradevole.
Bagnati come se fossero usciti da una
docce, qualcosa si spezzo quel giorno.
Da un malessere ad un altro fu ciò che
ci separo e d'allora ti cerco e ti cerco
senza mai ritrovare il mio compagno
di gioventù per stringermi la mia mano
per rubare un bacio, mi lasciava con
un cuore diventato incontrollabile solo
al pensiero di lasciarti, amico mio adorato
ti soffio un bacio e sono certa di
riparlarti quando tu ti degnerai infiltrarti
ancora una volta nel mio cuore, mia anima...
Buona notte amore ti aspetto ....

nb: questo mi e venuto da scrivere mentre
ascoltava "Cu'mme". Credo che sia un vecchio
napoletano.

Tuesday, June 14, 2011

Outstanding

"Do not look for the unknown,
but clarify & understand what
is at hands reach...."
And you will shine for a very long time.

Monday, June 13, 2011

Sola


Sola nel buio…
Il sole è andato a dormire
coccolandosi tra le nuvole.
Dal cielo, le stelle si buttano giù
a baciare le onde calme
di un mare silenzioso.
Nei miei occhi si legge
una gioia mancata,
una felicità ... forse perduta!
Sono stanca di vivere
un amore che non c'è.
Non sapevo come fare
per donargli un sorriso.
Immersi nel verde
che a tarda sera svanisce,
l'universo ci ricopriva.
Siamo riusciti appena
a vedere un'alba chiara,
e subito è venuto il tramonto.
Si alternavano nei nostri cuori
sprazzi di luce e veli d’oscurità
arrivando ad un triste finale.
Serbando ognuno un pezzo dell’altro,
vivremo nel buio dei nostri cuori,
nel ricordo di un amore sbocciato
e in fretta appassito, su quella panchina
immersa nel verde

NB:Davide grazie un'altra volta e belle
cose nella tua avventure!

Friday, June 10, 2011

Do you see....

Do you see the clear sky is singing
while the stars are sparkling on a
dark multi-colors blanket awaiting the
moon for it's beautiful dreams freely
given to mankind.
We are hearing the wind laughing
in a not too distant land.
Beautiful flowers are blooming
with dews dancing in the air and
longing for spring divesting it's
cold clocks, enjoying the gentle sun
spreading the vibrant shining drying
tears falling for heart is warmed just for me?
Do you see... nature is slowly awakening,
the spring breeze gently swaze a twig or
a leaf touching the silk light
calling for the rain to cease and
create a magic rainbow for me to
try to recreate with a box in my hands,
I did try, to no avail, my box is not
capable to recreate what spring is
bringing me freely.

Wednesday, June 1, 2011

Goodbye Jolene

Cosa posso dire a Jolene? Cosa posso dire ai suoi genitori?
Io che non sono nessuno.
Per rispettare una riquiesta della sua famiglia, no scrivero nulla su questa
storia della bimba sparita a 10 anni e ritrovata morto dopo
11 anni.

NB: Photo non e mia

Sola

Perché
mi sento sola!
Vorrei aggrapparmi al filo di un sogno
e volare via dalla dolorosa realtà
che mi sta davanti agli occhi,
sì, sfuggirne le lame penetranti,
le ferite che mi hanno segnato la vita.
Vorrei far compagnia ai pensieri
che vagano liberi nella notte
tra la serpentina di strade vuote,
serrate tra anonimi, moderni castelli.
Questi, come creature mostruose,
aprono gli occhi illuminando finestre
che d'improvviso si spengono
e perdo il conto del lampeggiare
di queste luci che fino all’alba s’inseguono
nascondendo i loro più intimi segreti.
Con rabbia raccolgo le lacrime
che senza volerlo mi scorrono sul viso
mentre il canto del fiume nero che scorre,
mi sta chiamando e mi vuole cullare.
Dovrei volare tra le sue dolci, fredde braccia
o aggrapparmi ancora una volta alla vita?
Cinguetta un passero alle prime luci del giorno
e al nido pigolando, lo chiamano i suoi piccoli.
Son loro a svegliarmi dal cupo torpore,
anch’io rispondo a quel canto
sputo nel fiume:” non hai vinto stavolta…
la vita è più forte di te anche se,
non lo so, dove alla fine mi porterà….”

NB: Un ringraziamento tutto speciale a te Davide
per il tuo grande aiuto.