Thursday, January 28, 2010

Musica

Intorno a me delle note musicale ballano
furiosamente in una basilica silenziosa ma
colma di gente di tutte le eta. Si può
seguire gli angeli correre dietro a le note
musicale di quel organo, la tua anima se mette
in sintonia con gli angeli e formando un gruppo
curiosi, musica senza tempo, senza regole,
con alti e bassi dal si al fa, dal do al si
ecco la tua fantasia unirse al brano musicale
sconosciuto e dal crescendo al baso, ti
avvicina e come un vento corre ad velocità
fenomenale, nulla può fermare quella
sensazione di libertà musicale scivolare
tra le dite, che comandano il ritmo vellutato,
furioso,dolce,amare, calmo si ferma ti fa
riprendere fiato e improvvisamente creando
un abisso per poi riprendere la sua folla
corse portandosi sorrisi, sospiri, e tuo
anima nella sua rinascita piene di note
musicale come una sciame dietro la sua corse....

Tuesday, January 26, 2010

Lacrime di Stelle

Lacrime di stelle ti avevo
promosso questa notte.
Cogliero una stella e
l'affiderò al vento, sarà
lui a raccogliere e portare
una pioggia di lacrime
di stelle cadenti dal cielo,
ma la mia sarà la più bella
di tutte che troverai tra un
campo di nuvole di farfalle
che ti regaleranno un nettare
da bere che ti farà morire
di piacere e risorgere
per me...

No Piangere cuore mio

2 notizie cosi di prima mattina, ci ricorda
che si deve prendere la vita e viverla come
se fosse l'ultimo giorno ogni giorni.
2 persone una che conosco un po piu a lungo
ed un'altra che sono 2 giorni e 2 scambi
di e-mails che sofrano nel loro silenzio,
una che mostra un viso che ama la
vita e l'altra che piange per la sua
vita un po su le spine...
Cuore mio no piangere, le persone afflite di
malesseri sono piu resiliente dei altri,
e nella lora sofferenza trovano sempre
una luce che gli dice:
"Vivi e combatti per la tua vita, che ne vale
la pena, anche se ci sono momenti difficili da
soperare"...
Un bacione ad Dan ed un altro a Orly.

Saturday, January 23, 2010

La mia alba


Mia alba ... eroica e tragica
non so se dimentichero tutto
cio, ma anche se non lo faro,
lo faro scrivere e lo scrivero
in tutti i posti, la mia amarezza
che mi hai regalato, ormai in questi
ultimi mesi mi sono abituato a
rivivere questi ricordi, io no sono
una attrice, no bello mio, me lo
tengo nel segreto del mio animo
come ho sempre fatto per tutto cio
che ho avuto da te. Non sono
arrivata da nessuno parte, hai
compiuto un altro cicle
intermettiano della tua vita
sentimentale, ma io ti auguro
un ciclo di sentimenti reali
di sentimenti tangibili, ver, vivi,
di quelli che ti danno spinta verso
l'amore, perche noi tutti siamo stati
concepiti per l'amore, ma non spirituale,
ma amore terreno come terreno e il sole,
la luna, l'alba e il tramonto, spero che
capirai bene quello che io sto
mettendo a la vista di tutto un
popolo... Io resto nel mio silenzio
come sempre... anche se sono stata
una bugiarda, ma ogni bugia nasconde
una verita, e quella verita portero
nel silenzio, ma pensi a quante volte
siamo stati insieme io e te... e nella
liberta.

Thursday, January 21, 2010

Le ore ...


Guardo le ore...
Le lancette girano,
si muovono e non si fermano,
sembra che abbiano una loro volontà
e siano state create
per correre dietro di te,
ti guardano e fuggano
via cosi lentamente e
sicure di se stesse.

Le ore si sgranano nel
silenzio, tacciano per
non farti sentire le sue
carezze sulle tua pelle
brividi fulminanti della
tua gioia nel dedicarmi l'alba,
tenerezza nel stringermi dietro
al spettacolare del tramonto
tra le tue brace.

Rivivo il tempo con te,
mentre le lancette continueranno
a cercarti per vivere e dividere
assieme anche solo l'ultimo secondo
con l'uomo visto da me nel
sogno di una notte.

Tuesday, January 19, 2010



Sento il tuo respiro farsi forte,
sento il tuo corpo sempre più docile
alla voglia dell'amore, ascolto le tue
parole che vengono da labbra piene di curiosità
di baciarmi, sento il tuo cuore che corre
nella notte ed improvviso si accende la
nostra linfa vitale all'improvviso si
accende il nostro desiderio e tutto diventa
forte, tutto prende forma ed ecco che
all'improvviso i nostri corpi si cercano,
si trovano, si uniscono in quell'ultimo
desiderio di amore di una lunga notte
che improvvisamente si fece breve,
ma intensa e lascio in noi le
emozioni di un risveglio con una voglia
di amare sempre più forte.
...grazie notte che ci hai concesso...
che ci hai concesso questo momento di
intenso gioco di una sensualità mai spenta
e mai raffreddata dal tempo...
grazie notte di esistere..

Monday, January 18, 2010

il fotografo


Colori del tramonto hanno mille sfaccettature,
il tuo non e il solito tramonto, e speciale,
quel riflesso sull'acqua, rende lo scatto
straordinario,e come se il sole disegnasse
sotto forma di pittore, una pennellata di
riflessi, una montagna che si specchia,
un uccello che vola per trovare il suo
nido,e cosi tu riesci a regalarci la fine
della giornata, questo che mi fa togliere il
cappello al prospetto di tale splendore,
la natura che rende straordinario un
lavoro di attesa alla ricerca di un'emozione
che grazie al tuo colpo d'occhio immortale
per sempre nei nostri esseri.
Tu fotografo sei grande credimi,
grande e immenso come il soggetto
che hai fotografato ed regalato al mondo
oscurato per alcuni momenti dalla natura
scatenata....

Tuesday, January 12, 2010

Ti aspetteremo tutte le sere




Quando il sole andrà a coricarsi
nel suo letto di fuoco ti aspetteremo
per ritrovare i nostri abbracci,
i nostri baci, le nostre parole
e scrivere ancora una volta
ti amo ...ti amo...amore mio...
fino alla scoperta della luce del sole
che ci fara' dormire, stremati,stanchi,
ma vivi del nostro sentimento di una notte....
e con il alzare del sole
e dei raggi di luce, tu ci dici
arrivederci, vogliatevi bene
anche di giorno, perche l'amore
non ha, ne giorno e ne notte,
ma e in voi quell'amore profetico
che vi dara forza, gioie,
bontà e felicita, vi sopporterà nei
tempi di tristezza,vi fara luce nei
momenti più cattivi,ma vi dara quella
energia che emergerà da voi
2 innamorati e cosi vi lascerò ancora
mezzo a i vostri sogni uniti
tra di voi con i vostri corpi
intrecciati sotto a quelle lenzuoli,
in quella stanza sconosciuta dal mondo
e il vostro nido da voi fatto e protetto.

Wednesday, January 6, 2010

Pensieri


Come un nero velo
che oscura il mio volto
è la mia anima stanotte,
da lontano mi giunge il fruscio
di un vento assassino
che stermina piante,animali,
persone, senza risparmiare nessuno.
Porta il vento sconosciuti,mali,
si ruba acqua e la vita ai bambini,
anche i giovani e i vecchi vengon colpiti.
Tanti innocenti restano soli,
senza difese davanti a lupi senza legge,
che attraversano i sette orizzonti,
mostri moderni che tutto distruggono
al loro passaggio.
Oh terra, oh mondo spietato,
che dimentichi quelli che piangono
perché sfamare non possono un figlio!
Sfiora la mano il mio viso
a fermare una lacrima che scivola
giù, e sulle labbra non voglio sentirne
il gusto salato. Apro la scatola e gira
la piccola ballerina, gira e gira al
suono del carillon…
…gira, gira mondo che tutto è vano,
inutili sono queste parole che nessuno
legge che nessuno vuole ascoltare perché
di fretta corre la gente senza neppure
guardarsi più in faccia.
Non sanno che, fugge col tempo la vita
e quando giungerà l’ora che nessuno
può fermare, mai più gustare potranno
felici momenti perduti. Nulla potranno
prendersi allora, niente da portarsi appresso,
nell’ultimo viaggio senza ritorno…

NB: Ringrazio Nonno Davide per il suo
estimato aiuto.

Monday, January 4, 2010

Fugace bellezza


Schiudesti la tua fredda mano sulla mia
mettendomi una rosa nel palmo
e poi con un finto sorriso
ti allontanasti fischiettando,
senza girarti, nel buio della notte.
La rosa è appassita
e col passare del tempo,
silenziosa e muta divento,
indifferente alla vita
anche se fiera si mostro
per nascondere la fugace bellezza
che ormai più non serve.
Quella rosa che per un istante,
aveva colmato lo spazio di un tuo sorriso,
ha ceduto il posto ad un altro fiore
dai piccoli boccioli fragili e timidi,
dal destino meno amaro
di quello della piccola rosa
che un giorno posasti
nel palmo della mia mano.
Tornata è la rosa appassita,
nel libro dei miei ricordi…
e sola resterà in attesa
che un’altra la raggiunga un giorno…

NB:Grazie al mio prof
Sig.Davide per il suo aiuto con
questa bella lingua - l'Italiano.

Saturday, January 2, 2010

Which is your mask


When I loose my mask the real me emerges.
I feel naked & subdued, vulnerable and sad.
On certain occasions not having my mask
covering my eyes, I truly am miserable to the
world, at other occasions I can sing and dance
knowing that people see me as I feel towards
the world. A mask is a second life, a life
of hiding, a life of misunderstanding, or a
life that has no meaning. If you stop and
analyse when a child comes in this world,
it does not posses an apparent mask,
but as soon as he feels the world he changes
attitudes, he smiles when he feels warmth,
he cries when he is insecure,
he rages when lacking attention, barf when
he feels fingers on his body, so which is
your mask?