Saturday, August 7, 2010











In questa serata di caldo opprimente, non riesco a respirare davanti al computer, pieno d’immagini, di musica, di gente che scherza con un linguaggio a me del tutto sconosciuto.
Chiudo tutto,tiro a fatica un gran respiro ed esco in giardino dove uno spicchio di cielo fa capolino.  Che cosa faccio fuori a quest’ora?
Non ho nessun posto dove andare… Provo a rilassarmi con un alito di vento che mi accarezza e alzo gli occhi verso il buio lontano dove inaspettata appare una luminosità spettacolare.
Appesa in un angolo, dietro una nuvola, come me, così sola, c’invita Selene a seguirla là dove canta un ruscello, dove una stella si specchia e si culla, dove, nel silenzio, giocano le foglie, dove sussurra il vento o ti sorprende il fruscio d’un animale che abbiamo appena svegliato.
E’ il dolce ritorno alla Natura che canta la sua litania millenaria a chi vuole e sa ascoltarla…
Staccare la spina al mio computer per un paio d’ore, ne è valsa la pena …

ps: Thanks Mr.Davide di prendere tempo durante le tue ferie per me.

No comments: